Notizie recenti

ALLIEVI: PAREGGIO CON L’ISCHIA, REGGINA AGLI OTTAVI DI FINALE

Pareggio tra gli “Allievi” della Reggina e l’Ischia che consente ai ragazzi di Zito l’acceso agli ottavi di finale del campionato di categoria. Prossimo turno, domenica prossima contro la Pistoiese. Di seguito il tabellino della gara:
Reggina: Rizzitano, Genovesi, Alfano, Latella, Mallamaci, Colica (37’ st Lucisano), Puntoriere (31’ st Longo), Villa, Silvestri (9’ st Liotta), Labate (39’ st Velletri), Carrozza. A disp: Loria, De Luca Amato, Spina, Tedesco. All: Zito
Ischia: D’Errigo (33’ st D’Amato), Vanacore, Barrella, Tudisco, Parisi (22’ Esempio), Palumbo (1’ st Catavere), Di Bello, Miranda (26’ st Flaminio), Borrelli (18’ st Reder), Caracciolo (1’ st Raiola), Larange. A disp: Perna. All: Cavallino
Arbitro: Maraniello di Paola
Ammoniti; Alfano, Larange
Recupero tempo: pt 2’; st 4’

“BERRETTI”: LECCE – REGGINA 0 – 0

Finisce 0 -0 il match tra Lecce e Reggina e sfuma il sogno dei ragazzi di mister Tortelli dei play off. La Reggina chiude il suo campionato al quinto posto. Di seguito il tabellino della gara:

Lecce – Reggina: 0-0

Lecce: Chironi, De Pascalis,  Muci, Pirretti, Carrozzo, Pino, Moriero (1′ st Cavaliere), Toscano (10′ st Chiriatti), Sindaco (28′ st Bernardini), Capristo, Fersini. A disposizione: Rosato, Pasculli, Simoes, Stefani. All: Morello

Reggina: Pellegrino, Scionti, Potrone, Mazzone, Magri, Draghici, Bramucci, Scopelliti (14′ st Cataldi), Saglimbeni, Gjuci (4′ st Lancia), Mangiola (17′ st Lorefice). A disposizione : Palumbo, Cotroneo, Lucisano, Lombardo. All: Tortelli

Arbitro: Palmisano di Taranto

Ammoniti: Mazzone e Draghici (Reggina); Pirretti e Pino ( Lecce )

Recupero tempo:pt 1′; st 3′

 

IL SANT’AGATA CENTRO DI ECCELLENZA NAZIONALE

“Fare del Sant’Agata un centro di eccellenza nazionale”. E’ il pensiero più  volte ribadito ieri dal presidente della Reggina Calcio Lillo Foti nel corso della conferenza stampa organizzata per comunicare il nuovo progetto relativo al centro sportivo. “Si comincia con la scuola calcio – dice Foti – poi penseremo alla formazione della classe dirigente sportiva. Abbiamo in cantiere una serie di idee che svilupperemo: corsi di formazione e master che coinvolgeranno le figure professionali del mondo sportivo e, se ve ne saranno le condizioni, del mondo del giornalismo”. L’idea, già coltivata da tempo, si è concretizzata “in federazione durante la partecipazione a progetti di centri federali, che in altri paesi europei, come la Germania,  ha prodotto risultati importanti. Il sistema calcio – afferma Foti – vive un momento di grande difficoltà e necessita di un cambiamento. Oggi è assente le formazione della classe dirigente, di tecnici e calciatori. Così, grazie alla collaborazione di Laiacona, Sorgonà e Geretto abbiamo messo in piedi questo progetto che, grazie ad una struttura all’avanguardia, mira a far diventare il Sant’Agata un punto di riferimento del calcio italiano, e non solo dunque del territorio reggino.  Un progetto interessante che darà ulteriore lustro al nostro centro sportivo”.
Per Salvatore Laiacona, responsabile del settore giovanile,  “il Sant’Agata è sempre stato fucina di talenti. D’altronde la filosofia della società è sempre stata quella di puntare sui giovani. La Reggina vuole costruire una solida base nell’attività nel territorio e, facendo leva sul fascino della propria storia, sul grande bacino di suoi fan nel mondo, fuori dal nostro Paese, avviando collaborazioni che possono risultare utili anche per le future attività promozionali”.
Pasquale Sorgonà sarà il responsabile tecnico: “Il mio lavoro sarà quello di individuare una vera e propria metodologia di lavoro del Sant’Agata, che sia da confronto con le altre. Noi dovremo formare giovani calciatori. E’ stata stilata un’agenda di lavoro, che ci condurrà a visitare centri sportivi in Portogallo, Germania, Francia ed Italia, cercando di rubare più nozioni possibile. All’interno di questa struttura si deve respirare solo calcio”.

 

REGGINA: AL VIA LE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA CALCIO

La Reggina riparte dalla scuola calcio.  Riprende così  l’attività del centro sportivo “Sant’Agata”, da anni punto di riferimento per i giovanissimi e  per le loro  famiglie non solo della provincia di Reggio Calabria, ma dell’intera regione e della vicina Sicilia. Si dá avvio dunque ad una nuova stagione con uno staff tecnico dotato di figure professionali dalle grandi capacità, competenze specifiche, passione e serietà che da anni contribuisce alla formazione di giovani talenti in campo professionistico ed un centro sportivo tra i più moderni ed all’avanguardia di tutto il Mezzogiorno d’Italia. Da lunedì 31 agosto si aprono le iscrizioni rivolte a tutti i bambini di età compresa tra i 4 ed i 14 anni, che possono essere fatte  presso gli uffici del centro sportivo “Sant’Agata” tutti i giorni dalle ore 15.30 alle ore 19.. Poi il 5 settembre la presentazione dello staff tecnico amaranto e la formazione delle squadre

 

RASSEGNA STAMPA 18 LUGLIO 2015

Di seguito la rassegna stampa di oggi, sabato 18 luglio 2015, relativa agli articoli pubblicati sulla Reggina:

CORRIERE DELLO SPORT: “La Reggina è viva e punta al ripescaggio”

GAZZETTA DELLO SPORT: Falcomatà e Foti “Reggina non è finita Ora c’è una speranza”

TUTTOSPORT: La Paganese esclusa E la Reggina spera

GAZZETTA DEL SUD: Reggina apre alla speranza “La Lega Pro si puo salvare”

GAZZETTA DEL SUD: Dieci giorni per verificare che il sogno non diventi un’illusione

IL QUOTIDIANO: “La nostra Reggina è ancora viva”

IL GARANTISTA: Una proroga fino al 27 luglio

 

 

RASSEGNA STAMPA 18 LUGLIO 2015

Di seguito la rassegna stampa di oggi, sabato 18 luglio 2015, relativa agli articoli pubblicati sulla Reggina:

CORRIERE DELLO SPORT: “La Reggina è viva e punta al ripescaggio”

GAZZETTA DELLO SPORT: Falcomatà e Foti “Reggina non è finita Ora c’è una speranza”

TUTTOSPORT: La Paganese esclusa E la Reggina spera

GAZZETTA DEL SUD: Reggina apre alla speranza “La Lega Pro si puo salvare”

GAZZETTA DEL SUD: Dieci giorni per verificare che il sogno non diventi un’illusione

IL QUOTIDIANO: “La nostra Reggina è ancora viva”

IL GARANTISTA: Una proroga fino al 27 luglio

“LA REGGINA E’ ANCORA VIVA”

Dopo l’incontro avuto in mattinata con il presidente della Figc Carlo Tavecchio, il presidente della Reggina Lillo Foti, il sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà e l’ex presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò hanno tenuto una conferenza stampa al Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio per illustrare alla città l’esito della missione romana. La Reggina – così come deciso dal Consiglio Federale – avrà ancora qualche giorno per produrre la documentazione necessaria ai fini di una ammissione al prossimo campionato di Lega Pro.

“La Reggina è ancora viva –  ha esordito il primo cittadino – . Al presidente Tavecchio abbiamo spiegato come la mancata iscrizione al campionato non possa restringersi ad un fenomeno strettamente sportivo, perché la scomparsa del club, considerato il legame viscerale con la città ed i suoi  tifosi, avrebbe grandi conseguenze anche dal punto di vista economico. La Reggina è un fenomeno sociale e la città di Reggio non può essere mortificata con la sua scomparsa. La mia presenza a Roma sta a rappresentare un nuovo dialogo con le Istituzioni. Come amministrazione comunale abbiamo chiesto che la Figc investa a Reggio e valorizzi strutture come il ‘Sant’Agata’ ed il ‘Granillo’, che in passato ha ospitato le grandi della serie A e finanche la Nazionale italiana. Adesso dobbiamo agire: entro  il 27 luglio la Reggina dovrà avere le carte in regola. C’è quindi ancora una speranza. Ci auguriamo che il tempo concesso non sia vano. Quella che sembrava una impresa impossibile, adesso non lo è più: bisogna passare ai fatti. Ve lo chiedo come sindaco e come tifoso: aiutateci a non morire, aiutateci a non disperdere un patrimonio importante della città quale è la Reggina.

Da parte sua l’ex presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò ha “ringraziato il sindaco per la collaborazione. Quella di andare insieme a Roma è stata una mossa azzeccata. Tavecchio, inizialmente, non sembrava convinto della nostra proposta, poi ragionandoci insieme ad Abodi sono state capite le esigenze della città. Con l’aiuto di tutti, possiamo raggiungere l’obiettivo. Basta con le polemiche e le strumentalizzazioni: piuttosto crediamoci tutti insieme. Speriamo tra 15 giorni di ripartire nuovamente col calcio professionistico.

Per il presidente Lillo Foti,  “quando si creano sinergie e si ragiona verso un unico obiettivo, qualche risultato si raccoglie. Devo ringraziare la determinazione con cui il sindaco ha sposato il nostro percorso. La Reggina e’ ancora viva: sarà un compito arduo, adesso è necessaria la partecipazione di tutti. Serve il contributo di tutti, perché la Reggina deve mantenere il suo ruolo nel calcio professionistico. Ringrazio per l’amicizia dimostrata Abodi e Tavecchio. La nostra credibilità ci ha permesso di avere questa nuova possibilità. Adesso chiediamo la massima collaborazione:  entro il 27 luglio dobbiamo produrre  la documentazione necessaria e sanare tutte le pendenze della passata stagione. Non vorrei mai che la Reggina ed il Sant’Agata chiudessero i battenti. Da parte mia in questo momento garantirò la mia presenza ed il mio sostegno alla Reggina

COMUNICATO STAMPA

Non risponde al vero ed è del tutto fuorviante la ricostruzione fornita questa mattina in un articolo pubblicato su “Il Dispaccio” in merito alle vicende della Reggina Calcio.
Innanzitutto il titolo: “Sequestrati bilanci” è cosa assai diversa dalla’”estrarre copia” come poi viene riportato nel testo dell’articolo stesso. La Guardia di Finanza ha svolto un’attività di routine che non ha nulla a che vedere con i presunti scenari disegnati nell’articolo finalizzato a destare clamore mediatico con l’effetto di destabilizzare in maniera irresponsabile l’ambiente.
Non è inoltre assolutamente vero che le decisioni del signor Nick Scali siano state determinate dalle presunte situazioni disegnate nell’articolo. Scali è stato indotto a rinunciare per motivazioni di carattere ambientale e per quella coda di veleni, pettegolezzi e falsità che purtroppo spesso, com’è avvenuto anche in questo caso, caratterizza il nostro mondo.
Di tutte queste affermazioni false e calunniose, sarà chiamato a rispondere in tribunale chi ha leso l’onorabilità e l’immagine della Reggina Calcio.
Ma c’è una responsabilità ancora più grave di quella penale. La responsabilità di chi non verifica le notizie ma opera in maniera superficiale e approssimativa, destabilizzando così l’ambiente e creando una confusione che rischia di avere conseguenze pesantissime in questo momento in cui vi è uno sforzo che accomuna chi vuole sinceramente salvare la Reggina Calcio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *